Pin It

Airbnb, la nota piattaforma di home sharing, ha annunciato l'introduzione di un sistema di riscossione e versamento della tassa di soggiorno sugli affitti brevi in Italia. Attraverso una mail inviata agli host, l'azienda ha comunicato che a partire dal 15 febbraio sarà avviato un processo automatizzato per la riscossione dell'imposta, coinvolgendo inizialmente 1.200 comuni italiani e successivamente estendendo l'iniziativa a tutta l'Italia.

Ad oggi, Airbnb ha versato la tassa di soggiorno solo nei comuni con i quali ha stipulato accordi specifici. Tra questi figurano Milano, Roma e Firenze. Tuttavia, per superare la frammentarietà della gestione della tassa di soggiorno nel territorio italiano, la piattaforma ha condotto un lavoro di ricognizione per attenersi alle modifiche introdotte dalla Legge Finanziaria 2024 al D.L. 50/2017.

Airbnb, infatti, applicherà automaticamente l'imposta di soggiorno per le locazioni brevi in base alla tariffa in vigore in ciascuna località, raccogliendo l'importo richiesto al momento della prenotazione e versandolo integralmente agli enti competenti, in conformità con i regolamenti locali.

Dopo l'accordo siglato con il fisco italiano in merito alla riscossione della cedolare secca (per approfondire, leggi anche "Airbnb riscuoterà e verserà la Cedola Secca dal 2024. Raggiunto accordo con il Fisco Italiano"), la piattaforma di home sharing ha dichiarato di essere pronta a collaborare con le autorità italiane per garantire l'applicazione delle nuove disposizioni entrate in vigore in materia di locazioni brevi. Ci riferiamo anche alla nuova normativa nazionale sugli affitti a breve termine, che prevede l'introduzione di un nuovo codice identificativo nazionale e la richiesta di specifici requisiti di sicurezza, con lo scopo di contrastare forme di ospitalità irregolari.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti