Pin It

Il Decreto Sostegni Bis ha predisposto la reintroduzione del Bonus Sanificazione, per le spese sostenute nel trimestre giugno, luglio e agosto 2021. Si tratta di un credito d'imposta pari al 30% delle spese effettuate, che non devono superare il tetto massimo di 60 mila euro.

Rispetto al tax credit introdotto nel 2020 con il Decreto Rilancio, l'agevolazione nella sua nuova versione è rivolta non solo alle attività turistico-ricettive, ma anche alle strutture extra-alberghiere a carattere non imprenditoriale.

Nei paragrafi successivi, illustreremo l'elenco delle spese ammissibili e le modalità e tempi previsti per la presentazione della domanda.

Bonus Sanificazione: spese ammissibili

Come già anticipato, il credito di imposta del 30% sarà riconosciuto fino a 60 mila euro per ciascun beneficiario. Ecco l'elenco delle spese ammissibili, sostenute nel periodo che va da giugno ad agosto:

  • sanificazione degli ambienti lavorativi e degli strumenti utilizzati dal personale;
  • acquisto di tamponi e test svolti su dipendenti e lavoratori;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuale (DPI), di detergenti e disinfettanti, nonché di altri dispositivi di sicurezza (termometri, termoscanner e strumenti per la misurazione della temperatura corporea, barriere e pannelli di protezione, ecc...).

Modello e tempistiche per la comunicazione delle spese

La comunicazione delle spese ammissibili al credito d'imposta dovrà essere inviata dal 4 ottobre al 4 novembre 2021, inoltrando all'Agenzia delle Entrate il modello compilato all'apposito servizio web presente nell'area riservata del sito dell'Ente o attraverso i suoi canali telematici (scarica il modello per la comunicazione delle spese sostenute). Entro il 12 novembre 2021, l'Agenzia delle Entrate pubblicherà un provvedimento con cui verranno indicati e comunicati gli importi dovuti, calcolati in base al numero delle richieste pervenute e alle risorse disponibili (il fondo stanziato dal Decreto Sostegni Bis e di circa 200 milioni di euro).

Va ricordato, infine, che il credito potrà essere fruito dai beneficiari esclusivamente nelle dichiarazione dei redditi, in compensazione tramite F24.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo