Pin It

Con il Decreto Semplificazioni, approvato lo scorso 15 giugno, sono state prorogate alcune scadenze fiscali, tra cui quella relativa all'invio della dichiarazione degli aiuti di stato riconosciuti alle imprese durante il periodo di emergenza Covid-19. Il termine ultimo per la trasmissione del modello, quindi, è stato fissato per il 31 ottobre 2022.

La richiesta di proroga è stata sollevata dall'ANC (Associazione Nazionale Commercialisti) e dal nuovo presidente dei Commercialisti Italiani, Elbano De Nuccio, che hanno ritenuto eccessivamente stringente la scadenza del 30 giugno. Questo termine, infatti, sarebbe andando ad aggiungersi al fitto calendario fiscale, con conseguenti difficoltà sia per le imprese che per i professionisti che le assistono.

Stando alle istruzioni rese note dall'Agenzia delle Entrate, la finalità dell'autodichiarazione è quella di verificare il rispetto dei massimali e delle condizioni stabilite per gli aiuti di Stato secondo il Temporary Framework della Commissione Europea (per consultare le indicazioni fornite e scaricare il modello da compilare, leggi anche "Aiuti di Stato alle imprese per Covid-19: obbligatoria per tutti l'autodichiarazione entro il 31 ottobre 2022").

Il modello deve essere trasmesso in via telematica all'ente anche dalle imprese che non hanno ricevuto alcun aiuto (tranne per alcuni casi particolari). All'interno della dichiarazione bisogna indicare gli aiuti economici, e relativi importi, riconosciuti negli ultimi due anni per effetto dell'evento pandemico. È necessario, quindi, riportare nel dettaglio le agevolazioni e i contributi ottenuti, tra quelli messi in campo dal governo dall'inizio dello Stato di Emergenza.

Di seguito, riportiamo un elenco di alcune delle misure di sostegno economico da inserire in fase di compilazione del modello, con focus sugli aiuti più richiesti dalle imprese che operano nel settore ricettivo e nella ristorazione:

  • esenzione IMU alberghi
  • tax credit ambienti di lavoro
  • fondo perduto alla ristorazione
  • contributi a fondo perduto per perdita fatturato 
  • cancellazione seconda rata Irap
  • riduzione sanzioni su avvisi di liquidazione delle imposte
  • contributi cciaa su interessi mutuo 
  • contributi regionali per imprese ed aziende agricole
  • credito imposta affitti negozi e botteghe
  • esonero RAI abbonamenti speciali

Per approfondire

  • 1
Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo