Pin It

Si chiama Modello 22 la nuova dichiarazione annuale dell'imposta di soggiorno introdotta nel 2020 con il Decreto Rilancio. La presentazione dei dati relativi agli anni 2020 e 2021 è stata fissata per il 30 settembre 2022 (il Decreto Sostegni ha accorpato i due anni di riferimento disponendo lo slittamento della scadenza, inizialmente prevista per il 30 giugno 2021). Vediamo a chi è rivolto questo adempimento fiscale e quali sono le istruzioni da seguire. 

Chi dovrà presentare il Modello 22 per l'imposta di soggiorno

La nuova dichiarazione per la "City Tax" dovrà essere compilata e inoltrata da tutte le attività che operano nel settore dell'accoglienza e della ricettività. Oltre agli hotel e alle strutture alberghiere ed extralberghiere, l'obbligo è stato esteso anche alle locazioni turistiche (quindi anche host e property manager). In caso di omissione o dichiarazioni incomplete e/o non corrette, saranno applicate a tutti i soggetti le medesime sanzioni amministrative, ossia una pena pecuniaria che va dal 100% al 200% dell'imposta di soggiorno dovuta annualmente.

Sarà, dunque, il 30 settembre 2022 la scadenza fissata per la presentazione del Modello 22, in cui dovranno essere riportate le imposte di soggiorno relative agli anni di imposta 2020 e 2021 (come anticipato nell'introduzione, l'accorpamento dei due anni è stato predisposto, in via del tutto eccezionale, solo per il 2022). Il modello dovrà essere presentato, esclusivamente in via telematica, dai responsabili di imposta ai Comuni che l'hanno istituita.

Aggiornamento dichiarazione imposta di soggiorno, leggi anche: possibile l'invio tramite l'area riservata del sito web dell'Agenzia delle Entrate

Istruzioni sulla compilazione del Modello 22

A seguito del Decreto sulla nuova procedura, vediamo quali sono le novità introdotte con la nuova dichiarazione per la "City Tax" (per saperne di più, scarica il modello approvato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, con le relative istruzioni).

La prima novità riguarda la compilazione del modello su base trimestrale. Dopo aver inserito i dati utili per l'individuazione del Comune e della tipologia a cui appartiene il soggetto dichiarante (gestore della struttura ricettiva, mediatore della locazione, dichiarante diverso dal gestore della struttura ricettiva oppure intermediario), si passa alla compilazione dei dati relativi all'imposta di soggiorno applicata nei quattro trimestri in cui viene diviso l'anno d'imposta.

Questa disposizione potrebbe creare dei problemi nella compilazione per quei soggetti che hanno già inoltrato dichiarazione annuale dell'imposta di soggiorno relativa all'anno 2020, utilizzando il precedente modello ancora in vigore (ossia il Modello 21), che prevedeva una compilazione su base mensile. Problematiche diverse, invece, possono essere riscontrate dai Comuni i cui iter burocratici, necessari per la rendicontazione, prevedono comunicazioni periodiche basate su un periodo diverso da quello trimestrale.

Altra novità riguarda i property manager e i portali di intermediazione. Come riportato dalle istruzioni rese note dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, la dichiarazione annuale deve essere presentata anche da questi soggetti, in quanto ricoprono il ruolo di responsabile d'imposta. Quindi, diversamente dal Modello 21 in cui il dichiarante era il cosiddetto "agente contabile", i property manager e i portali devono assolvere a questo adempimento anche se non gestiscono pagamenti, perché:

il soggetto che incassa il canone o il corrispettivo, ovvero che interviene nel pagamento dei predetti canoni o corrispettivi, è responsabile anch’esso non solo del pagamento dell’imposta di soggiorno e del contributo di soggiorno, con diritto di rivalsa sui soggetti passivi, ma anche della presentazione della dichiarazione.

Questi soggetti, dunque, dopo l'adeguamento alle nuove normative che regolano la comunicazione delle locazioni brevi (CLB 2022), dovranno aggiornare le proprie procedure in merito alla "City Tax, per non incorrere alle sanzioni previste per mancata dichiarazione. 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo