La Federalberghi, unita alle organizzazioni sindacali, hanno sottoscritto un avviso comune al Governo per richiedere più risorse da destinare alle imprese stagionali. Alla base di questa intesa vi sono una serie di proposte che hanno come scopo quello di prestare una maggiore attenzione nei confronti di una realtà che offre un'importante contributo al turismo italiano e non solo.

Nello specifico le richieste fanno riferimento ad una riduzione del cuneo fiscale sul lavoro stagionale, con l'aumento della percentuale di deduzione (attualmente al 70%) dalla base imponibile Irap del costo del lavoro relativo ai contratti di lavoro stagionali e la proroga dello sgravio dal contributo aggiuntivo dell'1,4%.

Altro punto fondamentale esaminato dalla Federalberghi rigarda una nuova assicurazione socale per l'impiego (NASpI). Quest'ultima, infatti, allo stato attuale causa come conseguenza una radicale riduzione della copertura assicurativa per i lavori stagionali , mettendo, così, in ginocchio molti degli impianti turistici territoriali che basano la propria sopravvivenza su queste tipologie contrattuali. Una revisione dell'assicurazione sociale per l'impiego porterebbe, pertanto, una maggiore tutela dei lavoratori e dell'imprese staginali 

"Con questa intesa - dichiara Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi - abbiamo voluto formulare delle proposte condivise per promuoverne la competitività e la capacità di creare occupazione."

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per ricevere aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti