Pin It

Il mercato degli affitti brevi continua a dimostrare il suo impatto sul settore turistico italiano, con dati recenti che indicano una crescita significativa sia durante la stagione estiva che in quella invernale. Secondo il Report Immobiliare Nazionale Fiaip, le locazioni turistiche hanno registrato un aumento del 10%, mentre le compravendite destinate a seconde case sono aumentate dell'1,2% nei primi nove mesi del 2023.

Aumento delle locazioni turistiche in inverno

Il report del Fiaip indica una crescita del 10% delle locazioni turistiche durante la stagione invernale, confermando un trend positivo già riscontrato durante l'estate.

Lo studio evidenzia una richiesta in aumento, soprattutto nelle località montane, per case indipendenti e ampi appartamenti, ideali per ospitare intere famiglie o gruppi numerosi di viaggiatori. Questa tendenza è in parte una risposta alla necessità di contenere i costi, considerando il significativo incremento dei canoni di locazione (che variano dal +2% al +6% rispetto alla scorsa stagione invernale). 

I turisti italiani sono soliti affittare case per una media di una settimana, con una spesa settimanale compresa tra 900 e 1500 euro. Inoltre, accanto alle presenze di turisti italiani, è presente anche un significativo aumento di turisti stranieri, soprattutto provenienti da Germania, Francia e Austria, che scelgono le locazioni turistiche per trascorrere le loro vacanze invernali in Italia.

È interessante notare che, nonostante le normative e i nuovi adempimenti legati alla gestione degli affitti brevi (vedi aumento della cedolare secca e l'obbligo del CIN), si prevede che questi continuino a svolgere un ruolo chiave nel settore turistico invernale.

Aumento dei canoni di affitto e analisi dei rendimenti

Non solo crescono le locazioni, ma anche i canoni di affitto registrano un aumento medio del 5%. Stando all'analisi dei dati, i proprietari di immobili sembrano orientarsi sempre di più verso le locazioni brevi, attratti non solo dalla maggiore redditività, ma anche dalle tutele aggiuntive contro il rischio di morosità o mancata restituzione dell'immobile.

Il report, infatti, rivela che i rendimenti medi lordi da locazione delle seconde case, che oscillano tra il 6% e il 9%, stanno attirando un numero crescente di investitori. Questi investimenti si traducono principalmente in acquisti di appartamenti nelle grandi città d'arte e nelle rinomate località balneari e montane. Il 2023 ha visto un aumento degli acquisti di seconde case nei primi nove mesi, arrivando all'88,27% delle compravendite totali. Questo dato suggerisce che sempre più italiani stanno investendo nei mercati immobiliari per scopi turistici, evidenziando un cambio di approccio nell'utilizzo dei propri risparmi.

Partendo da questo trend, anche il numero di agenzie immobiliari specializzate in locazioni brevi, soprattutto a fini turistici, ha registrato una notevole aumento (raggiungendo il 54% delle agenzie). Questo dato indica chiaramente la crescente richiesta di servizi professionali da parte dei turisti, che vedono nelle agenzie un punto di riferimento affidabile e simbolo di trasparenza contro le forme di evasione fiscale e abusivismo. 

Le associazioni di categoria (come il Fiaip, che ha prodotto il report), attraverso i dati e le proprie dichiarazioni pubbliche, evidenziano una sinergia tra il settore immobiliare e turistico (che insieme formano circa il 35% del PIL italiano), ponendo l'accento sul fatto che anche gli affitti brevi possono essere considerati come attività trainanti per l'economia italiana.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti