Pin It

In linea con le finalità previste dal PNRR, il Ministero del Turismo ha annunciato l'avvio della "Sezione Speciale Turismo" che ha come scopo quello di agevolare l'accesso al credito e gli investimenti per sostenere la nascita e il consolidamento di piccole e medie imprese del comparto turistico-ricettivo. A partire dal 10 ottobre, sarà possibile inviare le richieste di accesso al Fondo di Garanzia delle PMI concesso per interventi di riqualificazione energetica e innovazione digitale, ma anche per assicurare la continuità aziendale delle imprese e il loro fabbisogno di liquidità.

Nell'attesa che il Ministero dello Sviluppo Economico pubblichi l'informativa sull'inizio dell'operatività (pubblicazione prevista per il 7 ottobre 2022), facciamo il punto della situazione sulla misura e vediamo nel dettaglio in cosa consiste, quali sono i soggetti beneficiari e gli investimenti finanziabili.  

Fondo di Garanzia per imprese turistico-ricettive

La "Sezione Speciale Turismo" introdotta dal Decreto Legge n. 152 del 2021 ha una dotazione di 358 milioni di euro che verranno così ripartiti: 100 milioni di euro per l'anno 2021, 58 milioni di euro per l'anno 2022, 100 milioni di euro per l'anno 2023 e 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025.

La misura agevola l'accesso al credito ai seguenti soggetti (è bene ricordare che le imprese richiedenti non devono avere un numero di dipendenti superiore a 499) :

  • imprese alberghiere
  • strutture che svolgono attività agrituristica e strutture ricettive all'aria aperta
  • imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale (compresi gli stabilimenti balneari, complessi termali, porti turistici, parchi tematici)
  • giovani fino a 35 anni di età che intendono avviare un'attività nel settore turistico.

Le garanzie previste dalla misura possono essere richieste per uno o più finanziamenti da svolgere per:

  • interventi di riqualificazione energetica e innovazione digitale
  • assicurare la continuità aziendale delle imprese del comparto turistico e garantire il fabbisogno di liquidità e gli investimenti del settore.

Come vengono concesse le garanzie

Va ricordato che il Fondo di Garanzia PMI è uno strumento che ha come scopo quello di facilitare l'accesso ai finanziamenti mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca o si sostituisce alle garanzie presentate dalle imprese. In questo modo, si dà la possibilità di accedere ai finanziamenti senza garanzie aggiuntive sugli importi garantiti dal Fondo.

Nel caso della "Sezione Speciale Turismo", le garanzie vengono concesse alle imprese beneficiarie a titolo gratuito, per un importo massimo garantito per singola azienda pari a 5 milioni di euro. Stando al testo del decreto:

La percentuale di copertura della garanzia diretta è fissata nella misura massima del 70% dell'ammontare di ciascuna operazione finanziaria. La percentuale di copertura della riassicurazione è fissata nella misura massima dell'80% dell'importo garantito dai confidi o da altro fondo di garanzia, a condizione che le garanzie da questi rilasciate non superino la copertura dell'80%.

 

 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo