Pin It

Dopo il decreto approvato in vista della fine dello Stato di Emergenza, con cui è stata sancito un graduale allentamento delle misure restrittive, nei prossimi giorni sarà reso noto un nuovo provvedimento contenente le regole da adottare a partire dal 1° maggio.

Nonostante la roadmap prevista dal governo e "inaugurata" lo scorso 31 marzo, alcune misure riguardanti principalmente l'obbligo delle mascherine e del Green Pass, in alcuni casi specifici, potrebbero rimanere ancora in vigore.

Prendiamo, come esempio, l'uso delle mascherine. Stando al precedente decreto, l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale negli ambienti al chiuso sarebbe dovuto terminare il prossimo 30 aprile. Tale data, però, ha avuto fin dall'inizio un carattere indicativo, in quanto il Governo si è riservato la possibilità di prorogare questo obbligo in caso di necessità, sulla base dei dati di contagio e della situazione epidemiologica.

Infatti, mentre si attende di conoscere quali sono le nuove direttive da seguire dal 1° maggio, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, nelle sue ultime dichiarazioni chiama ancora alla prudenza:

La pandemia non è conclusa. Anche se siamo usciti dallo stato di emergenza e siamo in una fase diversa da quella del passato, il virus non è scomparso: Ancora oggi il numero dei contagi è significativo [...] e per questo c'è ancora molto lavoro da fare.

Dove sarà obbligatorio indossare le mascherine?

Tra le ipotesi al vaglio del Governo, quella di prorogare l'uso delle mascherine al chiuso ma solo in specifici casi. Non si sta pensando, quindi, ad un obbligo generalizzato, ma di renderlo tale solo in determinate situazioni, come teatri, discoteche e mezzi di trasporto. Molto probabilmente, per alcuni casi sarà ritenuto necessario l'uso di dispositivi di tipo Ffp2, mentre per altri potrebbe essere richiesta semplicemente la mascherina chirurgica.

Mentre c'è ancora un forte dubbio in merito alle regole da adottare negli uffici pubblici, per la scuola invece il Governo ha già le idee molto chiare sulla questione mascherine. In questi ambienti, infatti, resta obbligatorio l'uso dei dispositivi di protezione individuale per tutta la durata dell'anno scolastico, "fatta eccezione per i bambini fino a sei anni di età, per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso dei predetti dispositivi e per lo svolgimento delle attività sportive".

Sarà ancora richiesto il Green Pass?

Passiamo ora al Green Pass. Secondo le dichiarazioni del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a partire dal 1° maggio nessuna attività sarà obbligata a controllare il certificato verde e a verificarne la sua validità. La certificazione, dunque, non sarà più richiesta per accedere a bar e ristoranti, cinema e teatri. Sarà possibile, inoltre, partecipare alle feste e alle cerimonie, oppure frequentare palestre e piscine senza l'obbligo di mostrare il Green Pass (sia base che rafforzato). 

Con il prossimo decreto che entrerà in vigore dal 1° maggio, infine, il Certificato Verde Covid-19 non sarà più necessario per utilizzare i mezzi di trasporto a lunga percorrenza ed accedere ai luoghi di lavoro sia pubblici che privati (salvo modifiche ed eventuali proroghe dell'obbligo, che come sappiamo possono verificarsi solo in caso di valutazioni condizionate dall'aumento dei contagi). 

L'obbligo del Green Pass, invece, continuerà ad essere valido, fino alla fine dell'anno, per consentire l'accesso ai reparti di degenza ospedaliera, alle Rsa e strutture simili.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo