Pin It

La stagione estiva ha segnato definitivamente la ripresa del turismo in Italia, grazie soprattutto ai vacanzieri italiani che hanno preferito trascorrere le proprie vacanze entro i nostri confini. I numeri registrati fanno tirare un sospiro di sollievo al settore turistico-ricettivo, nonostante la quasi totale assenza di turisti stranieri.

I dati raccolti e pubblicati da Assotturismo Confesercenti (con la collaborazione del Cst - Centro Studi Turistici di Firenze), parlano infatti di un aumento delle presenze del 21% rispetto al 2020. Nello specifico, tra giugno e agosto, le strutture ricettive hanno accolto oltre 22 milioni di turisti, per un totale di 140 milioni di soggiorni prenotati. Come anticipato in apertura, a fare la differenza la crescente presenza di turisti italiani (+19,6% rispetto al 2020 con 105 milioni di pernottamenti), mentre deludono le aspettative i numeri relativi ai flussi di turisti stranieri (+25% rispetto al 2020 con 35 milioni di pernottamenti, ma decisamente lontani rispetto ai numeri pre-pandemia). 

A confermare i numeri ottimistici di questa stagione estiva, Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti:

I risultati della stagione estiva sono stati positivi, anche se tre mesi di lavoro non sono sufficienti a rimediare alla lunga inattività del comparto, in crisi da ormai più di un anno. Adesso l'auspicio è che il rimbalzo estivo non sia stato una semplice boccata d'ossigeno, ma si traduca nell'inizio di una ripresa strutturale del turismo italiano.

I dati dell'estate 2021

Un'estate soddisfacente per più della metà di bar, ristoranti e stabilimenti balneari, complice anche l'invariata "colorazione" delle Regioni italiane, che hanno potuto gestire la propria clientela senza particolari restrizioni. Anche per il settore ricettivo i numeri sono stati decisamente positivi, grazie ad una notevole crescita di presenze sia per il comparto alberghiero (+21,9%) che per quello extralberghiero (19,9%). 

Nella gran parte dei casi, i vacanzieri hanno organizzato i propri viaggi in maniera autonoma, utilizzando portali e canali diretti e privi di intermediazione. Questo fenomeno è andato a discapito delle agenzie di viaggio e tour operator, che anche per quest'anno hanno registrato una lenta ripresa. 

Per quanto riguarda le mete, oltre il 60% della domanda turistica ha preferito località di mare (+19% rispetto all'anno 2020). Discreta crescita anche per mete di montagna e dei laghi (rispettivamente +13,1% e +29%), mentre le località termali hanno registrato una notevole ripresa con un aumento del 27,4% rispetto all'anno precedente. Ripresa modesta, invece, per le città d'arte (+25,4%), che ancora sono lontane dai numeri pre-pandemia a causa di un numero decisamente basso di presenze straniere.

Le previsioni per settembre

Dopo un trimestre estivo molto positivo, gli operatori turistici e i gestori di strutture ricettive puntano ad una stagione allungata anche nel mese di settembre, sperando in un ragionevole aumento anche dei turisti stranieri, che, come sappiamo sono coloro che hanno maggiori capacità di spesa e che preferiscono alloggiare in hotel a 4 e 5 stelle. 

Stando alle previsioni rese note da Federalberghi, saranno quasi 5 milioni gli italiani che si metteranno in viaggio per approfittare delle belle giornate settembrine. Molti, probabilmente, si concederanno qualche altro giorno di relax, sfruttando i benefici del Bonus Vacanze validi fino al prossimo dicembre. 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo