Pin It

La circolazione della variante Delta, che ha fatto risalire la curva dei contagi in alcuni Paesi europei, potrebbe portare all'introduzione di nuove misure restrittive. Il governo italiano, infatti, sta valutando se rendere obbligatori i tamponi e quarantena di 5 giorni anche per i turisti che arrivano da Spagna e Portogallo.

Oltre all'Italia, anche altri Paesi stanno prendendo importanti decisioni per evitare un ulteriore aumento dei contagi e diffusione della variante Delta. La Francia, per esempio, sta sconsigliando fortemente i viaggi in Spagna, mentre la Germania ha già incluso la nazione spagnola nella lista dei Paesi a rischio (includendo anche Maiorca e le Canarie).

A partire da mercoledì 14 luglio, Malta accoglierà solo turisti che avranno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni. Una decisione necessaria per il ministero della salute maltese, considerando la crescita dei contagi riguarda principalmente i giovani turisti.

Accanto al maggior controllo dei flussi turistici, molti Paesi stanno introducendo anche altre misure interne, come l'entrata in vigore del coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino e la riduzione degli orari di apertura di bar, ristoranti e altre tipologie di locali (provvedimenti già introdotti in Portogallo e richiesti anche dalle autorità olandesi e spagnole). 

In tutte le nazioni, inoltre, continua la campagna di sensibilizzazione per chi non ha ancora provveduto a vaccinarsi. Su questo aspetto, la Francia sta valutato di rendere obbligatoria la vaccinazione per alcune categorie professionali e per i soggetti a rischio.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo