Pin It

Il nuovo Dpcm firmato dal Presidente del Consiglio Draghi, contiene tutte le norme relative al Green Pass italiano. Il provvedimento, incluso nel Decreto Riaperture, è stato redatto grazie alla cooperazione di tre ministeri, Salute, Innovazione ed Economia.

Vediamo quali sono le regole contenute nella bozza del Dpcm con cui verranno stabilite le modalità di attribuzione, di utilizzo e di controllo del Green Pass.

Green Pass: cos'è e come funziona

Il Green Pass è un certificato che conterrà una delle seguenti informazioni: l'avvenuta somministrazione di almeno una dose di vaccino (per alcuni Paesi Europei saranno necessarie entrambe le dosi di uno dei vaccini autorizzati dall'Ema), la guarigione dal Covid-19, oppure l'esito negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti. Il "certificato verde" potrà essere utilizzato per viaggiare verso i Paesi dell'Unione Europea, ma anche per raggiungere eventuali zone arancioni o rosse istituite in Italia e partecipare a cerimonie e per avere accesso libero e primo di rischi presso le Rsa.

Le persone che potranno ottenere il Green pass, inoltreranno richiesta alla piattaforma nazionale Digital Green Certificate (DGC), che emetterà e validerà il certificato, sia in formato cartaceo che digitale. Per quanto riguarda il periodo di validità, questo cambia in base alle informazioni riportate nel documento.

Per l'avvenuta somministrazione del vaccino anti-SARS-CoV-2, la durata del certificato sarà di 9 mesi (a partire da 15 giorni dopo la prima dose), mentre la validità sarà di 6 mesi per chi attesta la guarigione dall'infezione. Il caso, invece, è diverso per chi presenterà l'esito negativo di un tempone, in quanto il certificato (prodotto dalle strutture sanitarie pubbliche e/o private autorizzate e accreditate, nonché dalle farmacie che hanno eseguito il test antigenico rapido o il tampone molecolare) avrà una durata di 48 ore dal rilascio.

Oltre a una delle tre casistiche previste, il Green Pass riporterà solo i dati utili per il contenimento epidemiologico e la salvaguardia della salute, attenendosi alle indicazioni riportate dal Garante della Privacy.

In caso di positività al Covid-19 di una persona vaccinata o guarita dal virus, la piattaforma nazionale DGC sarà informata dagli organi competenti e procederà con la revoca del Green Pass rilasciato, anche se ancora in corso di validità, inviando una notifica al soggetto interessato e inoltrando comunicazione al gateway europeo.

Chi può controllare il Green Pass

Ed è proprio su quest'ultimo punto che si rilevano le novità più importanti. Come giusto che sia, il Green Pass viene considerato uno strumento utile, soprattutto dagli operatori turistici e i gestori di ristoranti e locali, che vedono in questo provvedimento l'opportunità di far ripartire a pieno regime le loro attività economiche.

Facendo leva su questo aspetto, la bozza del Dpcm che regolamenta il Green Pass dispone che i controlli non saranno affidati solo ai pubblici ufficiali nell'esercizio delle proprie funzioni. Ma ad occuparsi delle verifiche saranno anche i gestori di strutture ricettive, i ristoratori e i proprietari di tutti quei locali che svolgono eventi ed attività per cui è richiesto il possesso del Green Pass.

Il testo del provvedimento, inoltre, estende questa possibilità di controllo anche ai gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, nonché alle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi.

 

 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo