Pin It

Dalla vaccinazione in Italia ai turisti stranieri al superbonus 110% per gli alberghi. Queste sono alcune proposte avanzate dal Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, per incentivare e gestire in sicurezza i flussi turistici e agevolare il settore ricettivo in questa fase di ripresa, in vista della stagione estiva. Anche le mete estere fanno concorrenza all'Italia: niente tampone per chi viaggia in Francia, Spagna e Germania se vaccinati.

Superbonus 110% per il settore ricettivo

L'efficientamento delle strutture alberghiere è un argomento incluso nel calendario degli impegni del Ministro Garavaglia, che ha annunciato l'istituzione di un superbonus anche per la riqualificazione degli alberghi:

Abbiamo messo questo miliardo e 800 milioni nel Recovery Plan e indipendentemente dalle scelte di bilancio nazionale lo facciamo, perché abbiamo la necessità di migliorare le strutture ricettive, non solo gli alberghi, anche b&b e agriturismo.

L'obiettivo del Governo è quello di aiutare le aziende a fatturare, portando l'importo messo a disposizione a 3 miliardi, grazie all'effetto leva e alla decontribuzione per la cassa integrazione. 

Vaccini e seconda dose per chi è in vacanza in Italia

Per incoraggiare il turismo straniero in Italia, una soluzione potrebbe essere quella di mettere a disposizione i punti vaccinali regionali per la somministrazione della seconda dose ai vacanzieri stranieri. Questo consentirebbe ai turisti di organizzare le proprie vacanze con maggiore tranquillità.

Il Ministro Garavaglia, inoltre, crede che si possa estendere quest'opportunità anche ai vacanzieri italiani che si spostano in località di villeggiatura per un lungo periodo di tempo. Si tratterebbe di eccezioni che potrebbero essere gestite dalle singole Regioni, senza creare caos e dando comunque priorità ai residenti come da piano vaccinale.

L'attenzione, inoltre, è focalizzata anche sul Green Pass Europeo che tra qualche settimane entrerà ufficialmente in vigore. Questo consentirà di capire meglio quali sono le regole comuni da seguire per accogliere i turisti stranieri in Italia.

Francia, Spagna e Germania: niente tampone per cittadini UE vaccinati

In attesa di linee guida definitive, però, il Ministro del Turismo ha richiesto al Ministro Speranza di omologarsi a ciò che succede negli altri Paesi europei, in modo da affrontare una fase di ripartenza senza difficoltà e svantaggi rispetto a ciò che accade oltre i nostri confini.

La Francia, per esempio, ha aperto i confini a tutti i turisti vaccinati, senza bisogno di effettuare un tampone molecolare, mentre la Grecia richiede ai viaggiatori non vaccinati tamponi negativi eseguiti 72 ore prima dall'arrivo (mentre in Italia viene richiesto l'esito negativo di tamponi eseguiti 48 ore prima). Anche Spagna e Germania hanno seguito l'esempio della Francia, e aprono ai cittadini dell'Unione Europea vaccinati da almeno 14 giorni, senza l'obbligo di effettuare un tampone molecolare.

Estate 2021: le previsioni del Ministro Garavaglia

Stando alle previsioni pubblicate nel Def (Documento di economia e finanza), il flusso turistico ripartirà definitivamente dal 2022. Ma i vaccini e l'eliminazione di alcune misure restrittive (come la quarantena), consentiranno una ripartenza del turismo  straniero già da quest'anno. Secondo il Ministro Garavaglia, questo permetterà di recuperare una quota dei 27 miliardi persi l'anno precedente, grazie alla voglia di vacanza degli italiani e al ritorno dei turisti stranieri:

Avremo una stagione molto più interessante e avremo una stagione più lunga grazie ai vaccini; l'insieme di queste cose ci fa pensare molto positivamente.

Per la gestione dei flussi turistici, il Ministro punta tutto sul digitale e sulla comunicazione. Approfittando del clima italiano, non è difficile allungare la stagione fino a novembre (soprattutto in determinate mete turistiche). A tale scopo, è importate organizzare il turismo in modo da evitare la concentrazione eccessiva di flussi turistici in determinate aree di interesse. Oltre alla promozione delle zone turistiche poco note e alla regolamentazione delle guide turistiche, Garavaglia ha proposto anche il biglietto integrato:

Quando vai in un Paese ben organizzato ti vendono un pacchetto con più siti da visitare e questo consente una migliore distribuzione dei flussi e consente in modo democratico di evitare assembramenti e ammassamenti presso i monumenti. 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo