Pin It

Dall'accordo tra le forze politiche del Governo, raggiunto nelle ultime ore, è emerso ‌il nome del nuovo decreto atteso per la fine del mese di aprile. Il dl Sostegni Bis, annunciato nelle scorse settimane, si chiamerà Decreto Imprese e conterrà nuovi aiuti economici da destinare alle aziende e alle partite Iva, con particolare attenzione ai settori maggiormente colpiti dal perdurare dell'emergenza sanitaria. 

Stando alle ultime dichiarazioni del Premier Draghi, il nuovo scostamento di bilancio potrebbe arrivare a 50 miliardi di euro, cifra che verrà interamente utilizzata per finanziare le nuove misure di sostegno all'economia italiana. Anche se non è stato ancora reso noto il contenuto del prossimo decreto, gli esponenti del governo parlano di aiuti più cospicui rispetto ai precedenti provvedimenti. Vediamo, di seguito, le nuove misure che con molta probabilità saranno inserite nel Decreto Imprese.

Decreto Imprese: Contributi a fondo perduto 

Per le imprese e i professionisti sarà prevista una nuova tranche di contributi a fondo perduto. Questo per venire incontro alle difficoltà causate dalle chiusure altalenanti e dalle misure restrittive messe in campo per fronteggiare la pandemia. Infatti, con il Decreto Imprese si andranno a privilegiare le attività che nel mese di aprile sono state penalizzate dalle zone rosse.

Non sono previste modifiche ai requisiti di accesso e al calcolo degli importi concessi. I bonus, infatti saranno riconosciuti alle attività che hanno subito un calo del fatturato, a prescindere dal codice ATECO, e gli importi saranno proporzionali alle perdite, secondo le percentuali introdotte dal Decreto Sostegni di marzo. Anche le modalità di erogazione saranno confermate, in modo da velocizzare e snellire le pratiche di assegnazione dei contributi. 

Nuova liquidità alle imprese

Il nuovo decreto potrebbe contenere ulteriori interventi in favore delle imprese, così come annunciato dal Ministero dello Sviluppo Economico. L'ipotesi su cui sta lavorando il governo riguarda lo stanziamento di fondi pari a 20 miliardi di euro, per consentire alle aziende più in difficoltà di accedere a nuove forme di liquidità.

Oltre alla moratoria sui mutui e finanziamenti (fino al 31 dicembre 2021), per i prestiti erogati dal Fondo di Garanzia per le piccole e media imprese sono previsti nuovi criteri per la restituzione del debito e l'istituzione di tassi di interesse agevolati. Non sono esclusi, inoltre, innalzamenti delle soglie di reddito necessarie per l'accesso ai prestiti garantiti, permettendo quindi a più imprese di rientrare nel programma di aiuti. 

Rinvio delle scadenze fiscali

Secondo alcune anticipazione, il pagamento degli acconti Irpef e Irap (previsto per il 30 aprile) sarà prorogato a giugno. Per il saldo delle imposte, molto probabilmente, saranno introdotti piani di rientro e misure differenziate per i contribuenti che versano in particolari condizioni economiche.

Proroga blocco degli sfratti e Cancellazione IMU

Il Decreto Imprese dovrà tenere conto della scadenza del blocco degli sfratti, fissata per il 30 giugno 2021. A tal proposito, è prevista l'introduzione di nuovi provvedimenti che dovranno tenere conto delle esigenze sia dei locatori che degli affittuari. Oltre al prolungamento del blocco degli sfratti, infatti, saranno adottare misure di sostegno (Bonus Affitto) per i mancati incassi dei canoni di locazione per difficoltà economiche causate dal perdurare dell'emergenza sanitaria. 

Anche per la tassa sulla casa saranno introdotti specifici provvedimenti. Si sta discutendo sulla possibile proroga o cancellazione del versamento dell'IMU per gli immobili relativi ad attività commerciali particolarmente colpiti dalla crisi economica. Per quanto riguarda i requisiti, quest'opportunità sarà concessa agli esercizi commerciali che hanno subito cali di fatturato oppure che rientrano in una lista di attività identificate da determinati codici ATECO.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo