Pin It

Con la Legge di Bilancio 2021, è stata ampliata la platea dei beneficiari di Resto al Sud, portando il limite di età fino a 55 anni. Grazie a questa novità, gli imprenditori over 50 che decidono di avviare una nuova attività imprenditoriale possono partecipare al bando e chiedere agevolazioni fino al 100% delle spese sostenute. 

L'obiettivo è quello di dare un'opportunità a quella categoria di persone che, a causa della pandemia, hanno perso il lavoro o sono a rischio disoccupazione, incentivando l'avvio di nuovi progetti d'impresa qualificata. Resto al Sud diventa, quindi, un valido strumento per superare la crisi del mondo del lavoro, aprendo nuovi scenari di intervento. Sono, infatti, incluse:

  • le iniziative di workers buyout intraprese da ex dipendenti che si associano per creare una nuova impresa e finalizzate al rilancio e alla rigenerazione della loro azienda entrata in crisi;
  • le iniziative avviate da donne che vogliono esprimere le proprie competenze lavorative attraverso progetti di autoimpiego;
  • le nuove attività intraprese da ex dirigenti in esubero;
  • le attività d'impresa in grado di investire sullo scambio inter-generazionale.

Vediamo, di seguito, quali sono le novità di Resto al Sud, il programma di incentivi promosso da Invitalia, analizzando nel dettaglio i requisiti necessari per accedere alle agevolazioni e le spese finanziabili.

Beneficiari e requisiti

Resto al Sud, con una dotazione di 1 miliardo e 250 milioni di euro, sostiene l'avvio di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del Centro Italia colpiti dagli ultimi eventi sismici (Lazio, Marche, Umbria). Mentre l'ambito geografico di intervento rimane invariato, la platea dei beneficiari si estende. Gli incentivi, infatti, sono rivolti a chi ha un'età compresa tra i 18 e i 55 anni.

I progetti d'impresa finanziabili sono:

  • attività produttive nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura;
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • turismo;
  • attività libero professionali (sia in forma individuale che societaria).

Ogni richiedente può ottenere un finanziamento fino a 50.000 euro. L'importo può arrivare fino a 200.000 euro in caso di imprese composte da 4 soci. Mentre per le attività imprenditoriali svolte in forma individuale (con un solo soggetto proponente) il finanziamento massimo è pari a 60.000 euro.

Spese ammissibili

Gli incentivi coprono il 100% delle spese ammissibili. Nello specifico:

  • per il 50% è previsto un contributo a fondo perduto;
  • il restante 50% sarà riconosciuto attraverso un finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese (gli interessi sono interamente a carico di Invitalia).

Resto al Sud finanzia le seguenti spese:

  • ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili (massimo 30% del programma di spesa);
  • acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuove;
  • installazione di programmi informatici e servizi per le tecnologie, l'informazione e la telecomunicazione;
  • spese di gestione (acquisto di materie prime e materiali di consumo, pagamento di utenze, di canoni di locazione o leasing, di garanzie assicurative, ecc.), per questa tipologia il finanziamento copre massimo il 20% del programma di spesa.

Sono escluse dall'elenco le spese di progettazione e consulenza, così come quelle sostenute per attività promozionali e per il personale dipendente.

Le domande devono essere presentate online attraverso la piattaforma di Invitalia. Nono sono previste né scadenze né graduatorie. I progetti, infatti, vengono valutati in ordine cronologico di arrivo entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda. I finanziamenti, dunque, vengono erogati fino ad esaurimento dei fondi. 

 

 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo