Pin It

Saranno presentate a breve le nuove misure messe in campo dal Governo per scongiurare la terza ondata di contagi tanto temuta dal Comitato Tecnico Scientifico. I due possibili scenari prevedono misure più rigorose rispetto all'ultimo Dpcm entrato in vigore lo scorso 3 dicembre. Una sorta di piano per le festività che avrà come scopo quello di limitare le occasioni di diffusione del virus.

Vediamo di seguito quali sono le ipotesi al vaglio del Governo e quali potrebbero essere le conseguenze sulle attività economiche.

Lockdown di Natale

Per il periodo delle festività natalizie, non ci saranno più distinzioni tra zone gialle, rosse e arancioni. Le misure che verranno adottate saranno valide per tutto il territorio nazionale. Le opzioni su cui il Governo sta discutendo sono principalmente due:

  • Istituzione di una zona rossa su tutto il territorio nazionale nei giorni festivi e prefestivi, quindi dalla Vigilia di Natale a Santo Stefano, da San Silvestro a Capodanno e dal 5 gennaio fino all'Epifania. Un lockdown generalizzato a tutti gli effetti, in cui verranno garantiti sono i servizi essenziali, mentre restano chiuse tutte le attività commerciali, compresi bar e ristoranti
  • Istituzione a livello nazionale di una zona arancione fino al 6 gennaio. Questa rappresenta l'ipotesi più attendibile e prevede non solo una limitazione degli spostamenti, ma anche il coprifuoco anticipato alle 18 o alle 20. In questo caso, sarà possibile tenere aperti i negozi, mentre saranno costretti alla serrata i bar e i ristoranti (consentiti solo asporto e consegne).

Nonostante la curva dei contagi risulta essere in discesa, la decisione di procedere con una maggiore stretta ha come scopo quello di alleggerire le strutture ospedaliere e di riportarle in condizioni di reggere ad un'eventuale terza ondata (che potrebbe verificarsi da gennaio). L'unica deroga che molto probabilmente sarà concessa riguarda gli spostamenti da tra piccoli comuni, che potrebbero essere consentiti anche nei giorni festivi, entro però un certo numero di chilometri.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo