Pin It

Il credito di imposta previsto dal Bonus Sanificazione sale al 60%, grazie alle ultime disposizioni introdotte dal Decreto Rilancio. Con questo provvedimento, le imprese, comprese quelle che operano nel settore della ristorazione e della ricettività, possono detrarre gran parte delle spese sostenute per la sanificazione degli ambienti di lavoro e per l'acquisto di dispositivi di protezione. 

Il bonus, introdotto dal Decreto Cura Italia per consentire a tutte le attività di ripartire con le dovute garanzie di igiene e sicurezza, prevedeva inizialmente un importo massimo di 20 mila euro. Successivamente, il Governo ha deciso di venire incontro alle necessità delle aziende, aumentando il credito fino ad importo massimo di 60 mila euro per tutto il 2020.

Bonus Sanificazione: spese ammissibili

Vediamo nel dettaglio quali sono le spese consentite dalla normativa per beneficiare del credito d'imposta:

  • opere di sanificazione degli ambienti adibiti alle attività lavorative;
  • opere di sanificazione degli strumenti di lavoro;
  • acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione, copricapi e calzari, ecc...);
  • acquisto, ed eventuali spese di installazione, di specifici dispositivi di sicurezza (termometri, termoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, e altri prodotti simili);
  • acquisto, ed eventuali spese di installazioni di dispositivi utili a garantire la distanza di sicurezza interpersonale (barriere in plexiglass, pannelli protettivi, ecc...).

Come utilizzare il credito d'imposta

Il Bonus Sanificazione può essere utilizzato dalle imprese in compensazione nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta 2020. In alternativa, la normativa consente cessione diretta del credito d'imposta ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari. Il credito, inoltre, non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive

Nei prossimi giorni l'Agenzia delle Entrate renderà noti i criteri e le modalità con cui è possibile fruire del bonus, considerando il limite di spesa stanziato dal Governo, che è pari a 200 milioni di euro.

 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo