Pin It

Tra le misure messe in campo dal Governo, va menzionato il potenziamento di "Resto al Sud", l'agevolazione destinata ai professionisti e i lavoratori autonomi residenti nelle regioni del Mezzogiorno (compresi i Comuni del Centro Italia colpiti dagli ultimi eventi sismici). Vediamo di seguito quali sono le novità introdotte dall'ultimo decreto e le informazioni utili per accedere al finanziamento.

Resto al Sud: requisiti, spese ammissibili e importi

Per accedere all'agevolazione, i soggetti richiedenti devono essere promotori di un'iniziativa imprenditoriale e possedere i seguenti requisiti:

  • un'età compresa tra i 18 e i 45 anni;
  • non essere titolari di attività di impresa in esercizio, o beneficiari nell'ultimo triennio di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell'autoimprenditorialità;
  • essere residenti in una delle regioni incluse nella misura di finanziamento; è possibile, inoltre, trasferire la propria residenza entro sessanta giorni dalla comunicazione dell'esito positivo dell'istruttoria (entro centoventi giorni per i soggetti residenti all'estero).

I beneficiari a cui viene riconosciuta l'agevolazione, devono mantenere la residenza dichiarata al momento della presentazione della domanda per tutta la durata del finanziamento. Anche le imprese, le società e le attività libero-professionali devono mantenere la sede legale e operativa in una delle medesime regioni.

Passiamo ora alle attività finanziabili. Nello specifico, "Resto al Sud" è rivolto alle:

  • attività relative alla fornitura di servizi, compresi i servizi turistici;
  • attività imprenditoriali relative a produzione di beni nei settori dell'artigianato, dell'industria, della pesca e dell'acquacoltura;
  • attività libero-professionali.

Gli importi riconosciuti possono essere utilizzati per sostenere le seguenti spese:

  • opere di ristrutturazione o di manutenzione straordinaria di beni immobili (per un massimo del 30% del programma di spesa);
  • l'acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature;
  • l'installazione di programmi informatici e servizi per le tecnologie, l'informazione e la telecomunicazione;
  • spese di gestione (come materie prime, materiali di consumo, utenze, canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative), per un massimo del 20% del programma di spesa. 

Ogni soggetto richiedente può ricevere fino a 50 mila euro. Se la richiesta viene presentata da più soggetti costituiti (o che intendano costituirsi in forma societaria), l'importo massimo che può essere erogato è pari a 50 mila euro per socio, fino ad un massimo di 200 mila euro.

Il finanziamento è comporto per il 35% da contributi a fondo perduto, mentre il restante 65% è un prestito a tasso zero, rimborsabile complessivamente in 8 anni, con 2 di pre-ammortamento.

Novità introdotte dal Decreto Rilancio

Il Decreto Rilancio, per far fronte alla crisi di liquidità causata dall'emergenza Covid-19, ha potenziato il finanziamento "Resto al Sud" attraverso la concessione di ulteriori contributi a fondo perduto ai beneficiari. Nello specifico, vengono riconosciuti:

  • 15 mila euro per le attività di lavoro autonomo e libero-professionali esercitate in forma individuale; 
  • 10 mila euro per ciascun socio (fino ad un massimo di 40.000 euro) dell’impresa beneficiaria.

Per poter usufruire di questi nuovi contributi a fondo perduto, i soggetti a cui sono stati riconosciuti i finanziamenti previsti da "Resto al Sud" devono:

  • aver completato il programma di spesa finanziato dall'agevolazione;
  • essere in possesso dei requisiti che attestano il corretto utilizzo delle agevolazioni;
  • avere ottemperato, al momento della domanda, agli oneri di restituzione delle rate del finanziamento bancario.

Gli importi vengono erogati da Invitalia in un'unica soluzione (scarica le istruzioni e la modulistica da compilare per accedere a questa ulteriore misura di finanziamento). 

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo