Pin It

Il Bonus Vacanze, inserito nell'ultimo decreto, ha come scopo quello di rilanciare il settore turistico nazionale, incentivando gli italiani a trascorrere le proprie vacanze nelle nostre località turistiche. Quali sono i requisiti per accedere al bonus e come può essere utilizzato? Nei prossimi paragrafi, forniremo utili informazioni non solo su come richiedere il contributo, ma anche sulle condizioni di utilizzo, focalizzando l'attenzione sull'esclusione delle piattaforme online di prenotazione (OTA).

Condizioni di utilizzo del Bonus Vacanze

L'incentivo previsto dal Governo potrà essere utilizzato a partire dal 1 luglio fino al 31 dicembre 2020 e andrà a coprire le spese sostenute per soggiorni presso strutture ricettive che operano su territorio nazionale (alberghi, b&b, agriturismi, villaggi, campeggi e altre tipologie di alloggi). L'80% del bonus verrà applicato direttamente dalla struttura come sconto sulla fattura elettronica; il restante 20%, invece, sarà riconosciuta come detrazione dall'imposta sul reddito.

Una delle condizioni previste, consente l'utilizzo del bonus solo per pagamenti diretti alla singola struttura scelta, senza l'intermediazione di portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator. Le piattaforme di prenotazione online, come Booking e Airbnb, sono state quindi escluse dal Bonus Vacanze. Questa decisione ha generato polemiche e reazioni delle OTA, che vedono in questa misura un modo per penalizzare il mercato degli affitti delle case-vacanza e bloccare la ripartenza anche di questo settore.

Sulla motivazione che ha portato a questa esclusione, restano solo ipotesi. Forse bisogna ricercare il motivo nelle vecchie ruggini che da sempre hanno inasprito i rapporti tra le grandi OTA e il settore alberghiero ed extra-alberghiero. Considerando le accuse di concorrenza sleale condotte da tempo dalle associazioni di categoria (che lamentano commissioni troppo elevate), e le indagini portate avanti dall'Agenzia delle Entrate per il presunto omesso versamento dell'Iva, pare che il Governo abbia voluto escludere i portali di prenotazioni online per evitare un loro ulteriore vantaggio.

Bonus Vacanze: requisiti e richieste

Il contributo è destinato alle famiglie con reddito medio basso (con Isee inferiore a 40 mila euro) ed è utilizzabile da un solo componente per nucleo familiare. L'importo del bonus è variabile in base alla composizione del nucleo familiare. Può, dunque, arrivare ad un di massimo 500 euro a famiglia; la cifra può scendere a 300 euro per le famiglie composta da due persone e a 150 euro per i single.

Per accedere al credito, non è necessario compilare alcuna domanda. Il pagamento da corrispondere alla struttura deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale, nel quale deve comparire il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito.

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo