Pin It

Annunciato stanziamento di 25 miliardi di euro di aiuti ad imprese e famiglie. Dopo il primo pacchetto di aiuti e agevolazioni al settore turistico, a causa dell'emergenza coronavirus, in cui il Consiglio dei Ministri ha approvato delle misure urgenti che consistono nello stop ai contributi previdenziali Inps e alle ritenute fiscali per gli alberghi e le attività del comparto turistico, sono in via di definizione le prime misure per l'economia, con attenzione per il turismo e i trasporti. 

Tra gli strumenti previsti per le imprese in difficoltà e per la tutela dei lavoratori dipendenti e autonomi, è prevista la cassa integrazione in deroga (anche per aziende con un solo dipendente), la sospensione dei versamenti per tutte le aziende, e la sospensione delle rate dei mutui.

AGGIORNAMENTO - per le ultime misure a favore di turismo ed economia, vedi: Coronavirus: Aiuti al Turismo. Le misure e le agevolazioni per imprese e lavoro

Sospensione versamenti tributari e contributivi

I versamenti tributari e contributivi sono sospesi fino al 30 aprile 2020 (attesa una sospensione più larga con i prossimi provvedimenti). La sospensione si applica quindi sui contributi previdenziali e le ritenute fiscali in scadenza, per tutte le aziende nel comparto turistico-ricettivo, in tutta Italia. 

In particolare, i beneficiari di questa prima misura a sostegno dell'economia turistica sono:

  • Agenzie di viaggio, tour operator, agenzie turistiche;
  • Attività ricettive: hotel, b&b, affittacamere, agriturismi, residence, villaggi, camping e altre tipologie che ricadono nel codice Ateco 55.

Compensazioni e voucher per viaggi e pacchetti turistici

Previste delle misure di compensazione per chi cancella il proprio viaggio, con dei voucher che possono essere utilizzati entro un anno dall'emissione. Il provvedimento non è ancora stato inserito nei decreti urgenti, per via della crescente emergenza sanitaria.

In pratica, chi ha cancellato viaggi, eventi e pacchetti turistici a causa delle misure restrittive per l'emergenza Covid-19, potrebbe usufruire di voucher emessi dalle agenzie turistiche, a compensazione del pacchetto oggetto della disdetta.

Cancellazione dei voli: la nota dell'Enac

Per limitare l'espansione dell'epidemia, molti stati hanno imposto misure restrittive anche sui voli per passeggeri provenienti dall'Italia o che abbiano soggiornato nel nostro paese negli ultimi 14 giorni. In questi casi, una nota dell'Enac (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile) chiarisce la questione dei rimborsi:

«I passeggeri che sono in possesso di biglietto aereo il cui volo è cancellato, i passeggeri che, pur non avendo subito la cancellazione del volo, sono comunque soggetti alle restrizioni di Paesi terzi imposte nei confronti delle persone che provengono o che abbiano soggiornato in Italia negli ultimi 14 giorni e i passeggeri che per ordine delle Autorità sono soggetti a misure di contenimento dell'epidemia da Covid-19 e che quindi non possono usufruire del biglietto aereo hanno diritto al rimborso del prezzo del biglietto da parte del vettore».

«Non hanno, invece, diritto alla compensazione pecuniaria di cui all'art. 5 del Reg. numero 261 del 2004 che regola i casi di cancellazione, negato imbarco e ritardo prolungato in quanto la cancellazione del volo non è dipendente da causa imputabile al vettore».

Gli aiuti al turismo

Aiuti ad imprese e famiglie colpite dalla grave situazione, anche dal punto di vista economico, in arrivo dal Governo, come dichiarato il giorno 11 Marzo con uno stanziamento che potrà arrivare fino a 25 miliardi di euro. Molti i provvedimenti in via di definizione.

Poco prima dell'approvazione in CdM del 28 febbraio, il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri aveva dichiarato ai giornalisti:

«Sul turismo c'è la sospensione per tutto il settore alberghiero italiano dei pagamenti dei contributi previdenziali e delle ritenute fiscali perché quel settore ha subito e sta subendo delle cancellazioni quindi dovevamo dare una risposta immediata, anche dal punto di vista della liquidità. Ma questo non esaurisce le misure che vareremo sul settore del turismo». 

Il giudizio di alcuni dei soggetti interessati è che le misure siano insufficienti a far fronte all'emergenza economica, che si aggiunge alla già preoccupante emergenza sanitaria.

D'altra parte, anche dalle dichiarazioni ufficiali provenienti da fonti governative, si intuisce la volontà di estendere queste misure con altri aiuti al settore turistico-ricettivo che saranno varati nel prossimo futuro.

Stanziati 25 miliardi per i prossimi aiuti

Aggiornamento 11 marzo 2020 - Il Governo ha annunciato le prime misure che rientreranno in un primo pacchetto di 12 miliardi di euro (e i rimanenti saranno usati come fondi a disposizione per le future misure) di aiuti alle famiglie e alle imprese su tutto il territorio nazionale. Oggetto dell'annuncio solo la cifra (che in larga parte sarà coperta da deficit da inserire nel prossimo Bilancio) e le prime misure per le famiglie e le imprese. Ovviamente, fra le realtà aziendali più colpite da questa emergenza ci sono le imprese turistiche, incluse le attività ricettive di ogni genere.

Le prime misure in via di definizione, per aiutare le aziende più colpite dall'emergenza coronavirus e i lavoratori in difficoltà (sia dipendenti che autonomi), sono le seguenti:

  • L'uso di ammortizzatori sociali, in particolare la cassa integrazione in deroga e il fondo di integrazione salariale;
  • Cassa integrazione e nuovi fondi anche per imprese con un solo dipendente;
  • Bonus di per i lavoratori autonomi e i liberi professionisti;
  • Moratoria dei crediti alle imprese da parte del sistema bancario, attraverso un sistema di garanzie.
  • Sospensione rata mutui per imprese e famiglie.
  • In via di definizione anche l'estensione della sospensione dei versamenti tributari e contributivi.

Ci aspettiamo già da questa settimana che alcune di queste misure diventino operative.

Leggi anche: Coronavirus, come far fronte alle Cancellazioni e alle Richieste di Rimborso?

Pin It

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti

Abilita il javascript per inviare questo modulo