Quali sono i nuovi obblighi in materia fiscale per il settore alberghiero e della ristorazione? Come dovranno essere certificati i corrispettivi a partire dal 2020? In questo articolo andremo a esaminare nel dettaglio i singoli casi e le nuove modalità di certificazione dei servizi e delle prestazioni, facendo riferimento alla risposta dell'Agenzia delle Entrate all'Interpello n° 486 del 14 novembre 2019. 

Scontrino telematico o fattura elettronica?

In primo luogo, per rispondere a questo quesito, bisogna fare le dovute differenze ed analizzare i nuovi obblighi fiscali in base ai singoli casi. Gli albergatori e i ristoratori, infatti, dovranno certificare i propri corrispettivi con modalità diverse a seconda del soggetto finale che effettua l'acquisto e il pagamento dei servizi. Nei paragrafi successivi, vederemo nello specifico le due principali casistiche e le rispettive procedure da eseguire per la certificazione dei corrispettivi.

Primo Caso: prestazioni acquistate direttamente dai clienti

Se i servizi resi sono acquistati direttamente dai clienti (anche tramite agenzie che gestiscono la prenotazione), bisogna seguire le seguenti linee guida:

  • fino al 31 dicembre 2019, la certificazione avverrà mediante emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale;
  • dal 1° gennaio 2020, tutte le operazioni vanno certificate attraverso la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi e con l’emissione del documento commerciale stampato dal registratore telematico di cui tutti gli esercenti, compresi ristoratori e albergatori, dovranno dotarsi obbligatoriamente entro il nuovo anno (per i soggetti con volume d'affari superiore a 400.000 euro il termine è stato anticipato al 1° luglio 2019).

Inoltre, in caso di richiesta esplicita del cliente, i ristoratori e gli albergatori saranno obbligati ad emettere fattura elettronica tramite Sistema di Interscambio (SdI), e a rilasciare copia cartacea del documento salvo rinuncia del cliente destinatario. In questo modo, all'interno dello stesso documento contabile, potranno essere certificati sia i corrispettivi per le prestazioni alberghiere e di ristorazione, sia quelli per i servizi extra resi al cliente.

Secondo Caso: prestazioni acquistate dalle agenzie di viaggio

Se, invece, i servizi resi sono acquistati e pagati dalle agenzie di viaggio (per essere poi ceduti ai clienti fruitori), i corrispettivi dovranno essere certificati tramite fattura. Questo obbligo ha validità anche per le agenzie che non hanno residenza in Italia. Nello specifico, le linee guida da seguire saranno le seguenti:

  • per le agenzie di viaggio residenti nel territorio dello Stato, dovrà essere emessa regolarmente fattura elettronica tramite SdI;
  • per le agenzie non residenti, invece, dovrà essere emessa fattura ordinaria (cartacea e/o elettronica) con l'obbligo di tracciare l’operazione mediante l'esterometro.

Altra novità importante riguarda la liquidazione dell'Iva. Ristoratori e albergatori, per rendicontare alle agenzie di viaggio le prestazioni acquistate e per esigere il pagamento dei corrispettivi, possono emettere una fattura pro-forma e relativo documento commerciale con la dicitura "corrispettivo non riscosso".

Nuovi obblighi fiscali per ristoranti e alberghiIn questo modo, l'Agenzia delle Entrate terrà conto dei dati trasmessi e andrà a giustificare un eventuale disallineamento applicando la regola secondo la quale i corrispettivi relativi ai servizi sono rilevanti ai fini Iva solo al momento del loro incasso o, se anteriore, della loro fatturazione. 

Stessa possibilità per i clienti "abituali" che pagano i servizi a scadenze prestabilite o a fine mese. Ogni operazione deve essere certificata attraverso l'emissione di un documento commerciale che riporta la dicitura "corrispettivo non riscosso". Al momento del pagamento, dovrà essere redatta una fattura riepilogativa con tutti i servizi e le prestazioni rese al cliente. 

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per ricevere aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti