Quando si prenota un soggiorno in hotel e b&b usufruendo delle migliori tariffe, bisogna considerare che il più delle volte queste prenotazioni non prevedono la cancellazione e il rimborso dell'importo pagato in fase di conferma. L'ospite che cerca camere a prezzi vantaggiosi, infatti, mette in conto anche il rischio di "perdere" la cifra corrisposta qualora si trovasse costretto a rinunciare al soggiorno. Ma grazie ai nuovi strumenti messi a disposizione dalla rete, quest'eventualità può essere scongiurata rivendendo online la propria prenotazione.

Nello specifico, chi è costretto a disfarsi di un soggiorno già prenotato (e pagato) può decidere di rivenderlo pubblicando un annuncio su determinate piattaforme. Attraverso questo meccanismo, la camera viene rimessa sul mercato ad un prezzo minore rispetto a quello pagato in fase di prenotazione, in modo da recuperare almeno una parte della somma spesa. Inoltre, anche chi è in cerca di un soggiorno a prezzi scontati, potrà godere di questa opportunità, acquistando la camera ad un costo vantaggioso e con un notevole risparmio. 

Roomer e CancelOn sono i due principali siti che mettono in pratica questo meccanismo, consentendo agli utenti di rivendere con facilità i soggiorno già acquistati. Ma vediamo quali sono le caratteristiche e le funzionalità di queste due speciali piattaforme.

Come Rivendere una Prenotazione 

Rivendere un soggiorno già pagato su Roomer

Roomer è un marketplace che consente di vendere un soggiorno già prenotato semplicemente inscrivendosi al sito e inserendo un annuncio nella sezione "listings" del proprio account. La piattaforma, a questo punto, dopo aver verificato la prenotazione con l'hotel, pubblica l'annuncio mettendo a disposizione la camera ad un nuovo acquirente. Il soggiorno viene rivenduto al 20% in meno (a cui bisogna aggiungere il 15% di commissione da corrispondere a Roomer), in modo da ottenere una "perdita" di circa un terzo della cifra spesa.

Il sito, oltre a questo servizio dedicato a chi desidera rivendere la propria prenotazione, consente agli utenti di visualizzare su una mappa gli hotel in offerta e di verificare il reale risparmio attivando un confronto della tariffe coi vari servizi di booking. Selezionando una struttura ricettiva per conoscerne la disponibilità, l'utente potrà effettuare le dovute verifiche senza inserire date precise o esprimere specifiche preferenze, in quanto la piattaforma andrà a suggerire le prenotazioni già avvenute e rivendute da qualcun altro. 

Rivendere una prenotazione a cui si è costretti a rinunciare su CancelOn

Per rivendere una prenotazione già effettuata su CancelOn il meccanismo è molto simile; ciò che cambia è solo la percentuale di commissione da corrispondere alla piattaforma. CancelOn, infatti, richiede una provvigione sulla vendita del 10%, a cui va aggiunto lo sconto che si decide applicare a chi acquista il soggiorno. Inoltre, dopo aver pubblicato l'inserzione seguendo gli step previsti dalla piattaforma, il team di CancelOn invitano gli utenti a condividere l'annuncio suo propri canali social, in modo da aumentare le probabilità di successo della vendita.

Conclusioni

È importante riflettere sulla diffusione di questi nuovi strumenti online che consentono in modo sistematico di rivendere un soggiorno già prenotato e a cui si è costretti a rinunciare. Questo fenomeno, infatti, fa comprendere più da vicino come si stanno evolvendo i sistemi e le modalità di prenotazione, condizionando di conseguenza le strategie di revenue management attuali.

Questi nuovi servizi di prenotazione online influenzano di gran lunga la scelta di un soggiorno piuttosto che di un altro, laddove gli utenti si affidano a soluzioni e strumenti dedicati per avere vantaggi e soddisfare al meglio le proprie esigenze. Il settore turistico-alberghiero deve tener conto di questo aspetto, per stare al passo con i tempi e per non farsi trovare impreparati.

Per approfondire sul mercato delle prenotazioni online, leggi anche "OTA, Algoritmi e Tariffe Rimborsabili: gli strumenti che potrebbero creare difficoltà agli albergatori".

Resta Aggiornato

Inserisci la tua email per ricevere aggiornamenti

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok

Resta Aggiornato!

Inserisci la tua email per seguire gli aggiornamenti