Arredare una struttura ricettiva per impressionare i propri ospiti non deve per forza comportare budget esorbitanti: a volte basta inserire oggetti o complementi artistici per dare una personalità unica e raggiungere l'obiettivo. Lo scopriamo con i consigli dell'Art Designer Alessandro Sbrogiò.

Conferire una personalità spiccata, arredare grandi spazi con stile ed eleganza, stupire l'ospite fin dalla prima impressione... non è solo una questione di estetica (ovviamente) ma soprattutto una di quelle scelte strategiche che riguardano la gestione di una struttura ricettiva nel suo complesso. Per chiarire il concetto, vedremo nel seguito degli esempi presi dalla collezione DoAC ("Design of Art Collection") che ha l'obiettivo di fondere arte e design

DoAC - Design of Art Collection

Il brand DoAC fa capo a TM (Target Motivation srl) e il suo successo è determinato dal notevole apporto di innovazione nel settore dell'interior design dato dalla capacità degli architetti di declinare quanto viene espresso dall'art designer Alessandro Sbrogiò sulla struttura degli ambienti, apportando un plus sull'atmosfera e sulla caratterizzazione stessa dell'edificio.

Gli ambienti DoAC sono ambienti d'appeal, con atmosfere particolari che vanno a determinare per gli ospiti un'experience di notevole effetto, soprattutto dal punto di vista emozionale.

Una camera di un hotel DoAC è sicuramente distinguibile, un appartamento DoAC può determinare la differenza tra la vendita e la stagnazione sul mercato immobiliare.

(Un estratto dal catalogo DoAC - "Design of Art Collection" di Alessandro Sbrogiò)

I fornitori di cui si avvale DoAC sono fornitori che lavorano a livello internazionale, ma che mantengono il cuore artigiano del made in Italy. La cura del dettaglio diventa un ingrediente essenziale nel progetto made by DoAC.

La possibilità di discutere con l'art designer e trasmettere le proprie esigenze, volontà e necessità nelle varie fasi progettuali è fondamentale per ottenere un risultato efficace.

Interior design per alberghi di lussoE' possibile far progettare per i propri spazi una hall particolare con colori e dimensioni ad hoc, con innesti di complementi d'arredo unici, luci, forme, oggetti, appendimenti di design, intonaci, tele. Tutto viene declinato con l'arte e progettato su misura.

Declinare arte contemporanea su vari materiali come eco-pelle, tessuti, imbottiti, vetri, laminati, ceramiche, rivestimenti, è fondamentale per DoAC al fine di dare un plus di sicuro interesse per tutto ciò che potrà rappresentare una struttura DoAC a livello internazionale.

Un progetto DoAC potrà apparirvi con pareti rivestite con carte da parati d'effetto, tendaggi declinati con l'arte, tavoli introvabili in commercio e che si distinguono grazie alla materia: vetro, roccia, forme e sostegni di design. Niente è standard o banale, niente è di consueto. Tutta la produzione DoAC è originale, nuova, esteticamente inusuale.

Anche la struttura interna di un ambiente DoAC viene pensata in modo non-ordinario, coinvolgendo materiali come il vetro declinato con arte contemporanea per creare una parete divisoria oppure per lo stesso proposito vengono realizzate delle pareti imbottite in pelle o in ecopelle declinata con un'opera d'arte che viene contestualizzata con vari complementi d'arredo come poltroncine, una moquette o le famose lampade DoAC le cui cornici sono state studiate per illuminare stanze e pareti ma nello stesso tempo l'opera alloggiata al loro interno.

Le opere che potete vedere su catalogo sono solo un esempio: l'art designer può lavorare sulla base di richieste per realizzare soggetti su commissione.

Le nostre opere hanno partecipato ad importanti esposizioni in Italia e all'estero permettendo visibilità internazionale e diffusione di una cultura che sposa arte e design in strutture pubbliche e private in tutto il mondo.

Arredare un hotel o struttura ricettiva con l'arte

In questo articolo, vogliamo porre l'enfasi su due concetti importanti per chi gestisce un hotel o una qualsiasi attività ricettiva:

  1. L'arte, quando inserita e integrata in un progetto di interni, non deve limitarsi solo ai supporti tradizionali (ovvero quadri e sculture esposti in modo convenzionale) ma può essere inserita ed integrata all'interno dei più svariati elementi e complementi di arredo: l'anta di un armadio, un pannello divisorio, la testiera di un letto, il tessuto di un divano, la tela di una tenda.
  2. Dal punto di vista del rapporto costi/benefici, è spesso più conveniente investire in pochi elementi artistici (quadri, sculture, complementi di arredo) rispetto a commissionare l'intero arredamento e ogni elemento del design degli interni in modo che risulti stilisticamente notevole. Anche un ambiente molto grande può essere impreziosito e "rivoluzionato" con un singolo pezzo.

Considerazioni estetiche: l'arte da "vivere"

Fondere arte e vita quotidiana è la missione dell'artista Veneziano Alessandro Sbrogiò, forte di una filosofia che ha trasformato la sua vita e la sua carriera, e che si sposa alla perfezione con le esigenze di chi gestisce hotel e strutture ricettive in generale.

"L'idea di trasporre il segno e il colore dalla tela in supporti non convenzionali, nasce dalla volontà di rendere l'arte una dimensione abitabile, vivibile, adatta alla quotidianità. La casa, l'ufficio, il ristorante, l'hotel e tutti i luoghi dell'esistenza diventano così territori da colonizzare esteticamente. L'opera dell'artista non rimane confinata in standard precostruiti, ma sfugge ai pigri canoni dell'esposizione domestica. Personalizzata nei colori, nelle dimensioni e nel montaggio si integra armoniosamente con gli ambienti e i complementi d'arredo compiendo una vera rivoluzione."

(Spazio alla creatività su tessuti, mobili e complementi - catalogo DoAC)

In altre parole, non solo quadri, esposti in modo convenzionale (e cioè appesi ad una parete), ma qualsiasi tessuto o superficie, parti di mobili, componenti di arredo, diventano support potenzialmente utili per l'espressione artistica e creativa. Questo concetto risulta utile sia nell'arredamento delle camere che negli ambienti comuni come la hall, la reception o la sala ristorante.

(Dalla tela all'arredamento - catalogo DoAC - "Design of Art Collection")

Considerazioni economiche: arredare un hotel con quadri e oggetti artistici

Come abbiamo visto, la "fusione" tra arte e design in alberghi e strutture ricettive è un'opportunità per rendere unico lo stile dei nostri ambienti, impressionando favorevolmente i nostri ospiti. Anche da un punto di vista economico, arredare con l'arte conviene, e può essere un modo di realizzare un "upgrade" importante senza spendere budget esosi.

Volendo estremizzare, se l'obbiettivo è realizzare un notevole miglioramento degli ambienti interni, ci sono due approcci opposti:

Approccio A: possiamo scegliere ogni elemento (materiali, mobili e complementi, luci, tessuti) in modo che ciascuno rispetti un alto standard estetico e qualitativo, il che comporta una spesa che è direttamente proporzionale alla grandezza dell'ambiente da arredare. Ad esempio, se vogliamo impreziosire un pavimento con del marmo, la spesa sarà proporzionale ai metri quadrati da coprire, oppure, se vogliamo progettare una parete attrezzata, il costo sarà proporzionale alla lunghezza della parete. In generale, più è grande l'ambiente, più il costo è elevato. Soprattutto se ci orientiamo verso un arredamento che deve essere lussuoso e raffinato.

Approccio B: possiamo scegliere un arredamento di base che rispetti un certo budget, in modo da non far lievitare eccessivamente le voci di spesa più importanti (materiali e mobilia) e inserire pochi elementi artistici, che però spiccano e conferiscono una personalità unica, da vivere e ricordare. Un oggetto d'arte, se opportunamente integrato in un progetto di interior design, è in grado di valorizzare un ambiente sia grande che piccolo. Ecco allora che, anche se il costo del singolo pezzo è relativamente elevato, la spesa totale da sostenere non dipende in modo diretto dalla dimensione dell'ambiente, e quindi il rapporto costi/benefici è migliore con l'aumentare delle dimensioni.

Quando si tratta di hotel, strutture ricettive, ristoranti e locali di vario genere, qualsiasi sia il livello estetico che vogliamo raggiungere, e qualsiasi stile riteniamo appropriato (elegante, classico, moderno, eclettico, ecc...) dovremo trovare il giusto equilibrio fra i due approcci A e B.

Soluzioni Contract Personalizzate

Secondo la filosofia di Alessandro Sbrogiò, e del movimento artistico DoAC da lui iniziato, l'arte si presta e si compenetra con l'arredamento di hotel e strutture ricettive: la conseguenza è che le soluzioni dovranno essere personalizzate, così come si vede nelle immagini precedenti, in modo che sia le tele che i complementi di arredo siano ideati e realizzati ad-hoc all'interno di un progetto complessivo (che può includere anche soffitti, pareti, vetrate e altri elementi architettonici). Tali elementi, specialmente nel contesto dell'hospitality, partecipano in modo attivo alla definizione di un'idea di bellezza, stile e accoglienza (vai al servizio clienti DoAC per una consulenza o soluzioni contract personalizzate).

Hotel re-design: da dove iniziare?

Se state considerando l'opportunità di fare piccole o grandi "rivoluzioni" nel design della vostra struttura ricettiva, allora possono esservi utili i seguenti link:

Scarica il catalogo
Catalogo arte e design: DesignOfArt
Vai al sito DesignOfArt
design alberghi, ristoranti, strutture ricettive

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

 

Ultimi articoli:

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5